GESTIRE CENTRO ESTETICO Il rapporto con i fornitori nei centri estetici, è di fondamentale importanza. Al contrario di altre attività commerciali dove, in assenza di un prodotto, se ne può vendere un altro, in un centro estetico, in assenza di prodotto o con un prodotto ‘in manutenzione’, NON SI LAVORA! Quindi suggerirei, per iniziare, due parole chiave: PUNTUALITA’ sia nelle consegne che per quanto riguarda la manutenzione e l’assistenza, e CONTINUITA’: avere un rapporto di fiducia con i fornitori, e sta anche a voi fare in modo che si instauri, vuol dire gestire con serenità la vostra attività nel presente ma anche anticipare il futuro, conoscere le ‘novità’ per tempo per saperle proporre a clienti sempre più preparati e aggiornati.Sempre più spesso ci accorgiamo di acquistare e scegliere un servizio o un prodotto non solo sulla base di una scelta razionale, ma utilizziamo le nostre emozioni come canale principale di interpretazione delle nostre valutazioni. Il marketing emozionale sollecita, attraverso una comunicazione chiara, esaustiva e penetrante, i bisogni personali secondari facendo leva sulle emozioni. Un esempio di strumento di marketing emozionale applicabile ad un centro estetico è quello di promuovere due trattamenti combinati, che abbiamo da una parte il fine di far provare una nuova macchina al cliente, dall’altra, lo fidelizzino sfruttando l’unicità dell’esperienza. Il futuro è già cominciato! Quello dei centri che propongono più attività combinate, dal fitness, all’abbronzatura passando per i massaggi ed i trattamenti di puro benessere, è un trend già riconoscibile e in crescita in Italia.

Il centro estetico come lo intendevamo fino a pochi anni fa, di fatto quasi non esiste più.

Esistono invece centri ‘polifunzionali e polisensoriali’ dove, nell’ottica di un’attenzione sempre maggiore all’individuo si integrano fitness, relax, ma anche lettura, giochi, socializzazione e moltissimo altro. Combinare più attività risponde inoltre all‘ esigenza di ottimizzazione dei tempi tipica della nostra società. Una carta da giocarsi sul futuro è perciò quella della creatività, nel saper proporre nuove combinazioni e più possibilità, soluzioni innovative che rispondano alle aspettative sempre più alte dei consumatori.

Copyright Oscar Germone P.I 03330590047 Creazione web Che Idea